TRUFFATORE SERIALE

Individuato il responsabile di numerose truffe a commercianti reatini

truffa
L'operazione rientra nella strategia di prevenzione e repressione delle truffe messa in campo dalla Questura di Rieti.

Gli agenti della Squadra Mobile a seguito dell’arresto di un individuo operato dal personale della Squadra Mobile di Imperia, che aveva posto in essere numerose truffe con la modalità del “finto manutentore di estintori”, guadagnandosi così l’appellativo di truffatore “seriale”, hanno intrapreso una particolareggiata e complessa indagine volta all'accertamento di un'eventuale attività criminale posta in essere dal soggetto anche nella provincia di Rieti.
Dopo alcuni mesi di indagini, analizzando gli spostamenti dell’uomo, C.C. del 1958 residente in Toscana, e raccogliendo testimonianze e ricognizioni fotografiche da parte delle potenziali vittime, gli investigatori reatini hanno raccolto numerosi indizi di responsabilità dell’uomo nella commissione di truffe in oltre 4 esercizi commerciali del capoluogo reatino.
In particolare, il truffatore, sceglieva tra le proprie vittime piccole attività commerciali e prendeva alloggio insieme alla sua famiglia, in strutture ricettive limitrofe alla località individuata.
Una volta individuata la preda, l’uomo, sfruttando le sue conoscenze sul settore degli estintori, si recava nell'esercizio commerciale da truffare e fingeva di effettuare un servizio di manutenzione autorizzato ai sistemi antincendio presenti e pretendendo poi il corrispettivo di 80 euro per le sue “finte prestazioni”.
L’uomo attualmente si trova presso una Casa Circondariale Toscana ed è stato denunciato alla locale Autorità Giudiziaria, davanti alla quale dovrà rispondere delle truffe operate in danno dei 4 esercizi pubblici reatini.
La Questura di Rieti ricorda ai cittadini che potranno incappare in situazioni simili, di evitare contatti con sconosciuti, chiamare immediatamente il “113” e raccontare, anche nel dubbio, quanto sta accadendo per permettere, così, alle Forze dell’Ordine di individuare ed assicurare alla giustizia questi pericolosi truffatori.

di NARCISO GALASSO

Categoria:

Regione: