POLIZIA DI STATO

Ancora un arresto e due denunce di stranieri

Polizia
Gli agenti della Questura di Rieti, al termine di due distinte operazioni hanno rispettivamente tratto in arresto un cittadino nigeriano per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e denunciato in stato di libertà altri due nigeriani, poiché irregolari nel territorio dello Stato

L’intensificazione dei capillari servizi di controllo del territorio disposti dal Questore di Rieti, Dr. Antonio Mannoni, anche a seguito delle recenti segnalazioni di episodi di disagio sociale dei cittadini che hanno visto come protagonisti anche cittadini extracomunitari, hanno consentito di procedere ad una particolareggiata attività di controllo tra le mura cittadine.
La Squadra Volante ha proceduto al controllo, in Via Pennina, di due stranieri: B.E., ghanese del 1975 e S.H.A., nigeriano del 1982, che non erano in possesso di documenti di identità e permessi di soggiorno. I contestuali accertamenti hanno evidenziato che gli stessi hanno in corso pratiche amministrative per il rinnovo del permesso di soggiorno per motivi umanitari. I due stranieri sono stati, pertanto, denunciati in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.
Gli investigatori della Squadra Mobile, invece, hanno controllato il cittadino nigeriano J.E., del 1996, richiedente asilo, che, mostratosi particolarmente preoccupato del controllo di polizia, è stato sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso, occultati nelle parti intime del corpo, di alcuni involucri di cellophane che sono risultati contenere quasi 10 grammi di marijuana, oltre a quasi cento euro, suddivise in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività illecita di “spaccio”. La successiva perquisizione domiciliare effettuata nei confronti del medesimo ha consentito agli agenti di rinvenire in alcune borse e abiti dello straniero, altri involucri di cellophane contenenti marijuana. Complessivamente sono stati rinvenuti e sequestrati quasi 500 grammi di sostanza stupefacente, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. Lo straniero è stato, pertanto, arrestato e messo a disposizione della locale Autorità Giudiziaria, che ne ha disposto il regime degli arresti domiciliari, e davanti alla quale dovrà rispondere della detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

di NARCISO GALASSO

Categoria:

Regione: